Contratti per collaboratori domestici

Il CCNL dei collaboratori domestici regola il rapporto di lavoro stipulato per colf, badanti e baby-sitter. Oltre a fornire tabelle di riferimento con l’equo compenso stabilito per legge, regola le modalità di calcolo della retribuzione e del godimento di ferie e permessi. Per questo tipo di contratti non sono previste ritenute fiscali, mentre l’INPS richiede il pagamento dei contributi previdenziali ogni tre mesi. Il contribuente che ha siglato il rapporto di lavoro, regolarizzando il collaboratore domestico, potrà dedurre dalle tasse una quota di questi contributi in sede di dichiarazione dei redditi.